Casalinghe disperate (e islamizzate)

La BBC ha esagerato con «Real Housewives of ISIS»?

Applaudita e criticata nella forma quanto nel contenuto, fin dalla sua diffusione sul canale pubblico la parodia ha visto scatenarsi un interminabile dibattito.
Di Luc Vinogradoff

Il programma Revolting ha centrato in pieno il suo rientro su BBC 2. Lo show satirico, una versione britannica del francese Action discrète politicizzato o Petit Journal impertinente, avvolto da un humour britannico dei più neri e corrosivi, ha diffuso diversi sketch in occasione del suo primo episodio, il 3 gennaio. Uno di questi ha suscitato l’interesse, e l’ossessione, dei commentatori della rete.

«The Real Housewives of ISIS» è una parodia di «The Real Housewives», un reality americano incentrato sulla vita mondana di casalinghe abbienti, che non fanno altro che parlare dei loro problemi di cuore, bisticciare, andare al ristorante, bisticciare, bere Chardonnay e riconciliarsi. Nello sketch di Revolting, gli schemi sono esattamente gli stessi, ma le americane privilegiate e oziose sono state rimpiazzate dalle mogli dei jihadisti.

Una vuole che il marito smetta di tormentarla pensando alle 40 vergini che lo aspettano: «Perché non è contento con me?». Un’altra è disperata perché non ha niente da mettere «e alla decapitazione mancano solo tre giorni». Quando si presenta con un nuovo giubbottino esplosivo regalatole dal marito, l’amica ne sfoggia uno identico. Le due si arrabbiano. Un’altra «housewife» immortala la scena su Instagram: «Hashtag morte all’Occidente, faccina dello Stato islamico».

Risate, indignazione e cassa di risonanza

Si può pensare quello che si vuole dello sketch, che sia bello e divertente, o scontato, fastidioso e di cattivo gusto. Che sia da accogliere a braccia aperte, perché bisogna potersi prendere gioco di tutto, comprese le cose più gravi; o che sia inaccettabile perché diffuso dal servizio pubblico, con i soldi dei contribuenti, e perché un tema sociale grave come i molti giovani britannici partiti per unirsi allo Stato Islamico non può essere liquidato con ironia, per quanto ben fatta.

Si trovano varianti di tutte queste argomentazioni nel fiume di reazioni scaturite dalla diffusione dello sketch online. Sulla pagina Facebook di BBC 2, il video è stato visto 13 milioni di volte. Il dibattito, interminabile, si articola come quelli di altri Paesi (Francia, Paesi Bassi, Stati Uniti), nati dalla diffusione di caricature che riguardano religione o terrorismo, attorno alla domanda: si può ridere di tutto?

Dato che la discussione si svolge soprattutto sui social – Facebook, Twitter, sotto al video di YouTube – l’indignazione e la provocazione prevalgono sulla sostanza. Ma può essere interessante, se avete il coraggio, il tempo e la pazienza, immergersi nei 64.000 (!!!) commenti su Facebook al video.

I due creatori di Revolting, Heydon Prowse e Jolyon Rubinstein, hanno dovuto giustificarsi, naturalmente. È la conseguenza logica di una polemica in rete. Il primo ha detto che non dovrebbero esserci temi esclusi dalla satira, e che lo sketch era tanto sullo Stato Islamico quanto sul “rastrellamento in rete” di ragazze minorenni: «È importante non fingere. Non occorre avere paura, o la credibilità è minata. Non possiamo prendercela con David Cameron per cinque anni [con le stagioni precedenti del programma] e non con lo Stato Islamico.»

Jolyon Rubinstein invece dice che la satira è soprattutto «un modo per sfogarsi». Le reazioni allo sketch illustrano l’atmosfera irrespirabile della Gran Bretagna. «Sono tutti costantemente seri su tutto», dichiara, aggiungendo che il programma si prende gioco in modo divertente anche dello stato dei trasporti pubblici, dei droni e della legge britannica sull’aborto. «Cerchiamo di prenderli per il culo. Nella migliore delle ipotesi avremo aperto una conversazione nel pub all’angolo».

E dato che il pub all’angolo è ormai globalizzato, molte più persone partecipano a questa conversazione.

Risultati immagini per isis


Luc Vinogradoff, «La BBC est-elle allée trop loin avec le sketch « Real Housewives of ISIS » ?», Le Monde, 5 gennaio 2017

Annunci

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...