Il Natale nuoce alla salute

I peggiori incidenti natalizi in cucina

Di Zoe Meunier

Con la stagione di festa che si avvicina, siti, riviste e libri di cucina traboccano di deliziose ricette di Natale da acquolina in bocca e di tavoli natalizi ricolmi di banchetti degni della Famiglia Reale. Quello che non mostrano, però, è il lato oscuro e sinistro delle feste – cucinare a Natale può essere un rischio per la salute, gente! Per ogni pagina web con un tacchino succulento troverete un’altra pagina con una stazione di pompieri, un centro chiropratico o un pronto soccorso che mettono in guardia dai rischi della cucina di Natale. A quanto pare c’è una pletora di incidenti, malattie e rischi che si verificano solo in questo periodo dell’anno. Pensate che stiamo scherzando? Continuate a leggere…

Un tacchino terrificante

Quando si tratta di cucina natalizia capace di infliggere enormi lesioni, i tacchini sono i nemici pubblici numero uno. Ecco alcuni dei modi in cui i tacchini possono devastare noi poveri esseri umani ignari.

Tacchino congelato sulle dita dei piedi

I tacchini congelati hanno quattro svantaggi ben distinti. Sono grossi, sono pesanti, sono scomodi e sono scivolosi. Abbinate queste caratteristiche al fatto che la gente li maneggia quando è stressata, scocciata e di fretta, e avrete la ricetta perfetta per chili di uccello congelato su un piede o sulle dita del piede, con i danni simili a quelli di una cannonata. Come partire con il piede sbagliato, insomma.

Tacchino da mal di schiena

Non serve far cadere un tacchino congelato sul piede per comprendere che, cucinato, farcito o altro, è un uccello davvero grosso! E se non l’avete capito prima, lo farete di sicuro quando lo avrete in mano, con le braccia distese davanti a voi per cercare di sollevarlo dentro o fuori dal forno. Ecco la ragione per cui i chiropratici di tutto il mondo forniscono indicazioni speciali (come queste) durante le feste su come sollevare correttamente il tacchino – probabilmente perché la maggior parte di loro chiude a Natale, proprio quando i loro servizi occorrono maggiormente.

Terrore di tacchino fritto

E ringraziate di non vivere negli Stati Uniti. Per molte ragioni, ma soprattutto per la tesi esposta in questo articolo, ringraziate che ancora non dobbiamo abbracciare la loro predilezione per i tacchini fritti. Questa pericolosa abitudine, specialmente quando tentata con un tacchino che non è stato correttamente scongelato, ha portato a esplosioni di tacchini, bombe di tacchini, incendi e peggio. Questo post di Reddit piuttosto terrificante racconta con dettagli grafici quello che può andare storto quando un tacchino ghiacciato incontra un inferno di olio bollente – e fidatevi, non è bello. O potete andare su questa compilation di YouTube di americani sfortunati che seminano lo scompiglio con una friggitrice per tacchino – è sufficiente per farvi capire come hanno fatto a scegliere Trump come presidente. Anche quando fate attenzione, può sempre andar storto qualcosa – chiedetelo al povero Serafino Alfe di Chicago, che stava friggendo i tacchini per una raccolta fondi, è scivolato ed è CADUTO NELLA FRIGGITRICE. I nostri barbecue nel giardino non sono mai sembrati così sicuri.

Comuni bruciature da tacchino

A parte la friggitrice, abbinate un enorme uccello pesante a una teglia che ribolle di olio, un padrone di casa inevitabilmente stressato che forse ha già iniziato a inebriarsi dell’atmosfera natalizia sotto forma di un bicchiere di alcol o forse tre, e una cucina piena di altri “aiutanti”: è ovvio che una bruciatura da tacchino al forno o all’olio sia un fatto compiuto […].

E non parliamo nemmeno di pentole di acqua bollente sul piano cottura e della cucina sopra citata piena di cuochi inebriati. Troppi cuochi… il resto lo sapete.

Tagli da coltello

Tacchino e prosciutto non sono l’unica cosa che viene tagliata il giorno di Natale, con pezzi di dita grandi e piccoli che spesso vengono dissezionati. Lungi da noi suggerire che abbia a che fare con l’alcol – lo attribuiremo all’enorme volume di carne, verdure, torte e pudding che devono essere tagliati quel giorno. Ad ogni modo, una lista completa della spesa per Natale dovrebbe comprendere cerotti, bende e garze, e forse un sacchetto di plastica e una scorta di cubetti di ghiaccio, non si sa mai.

Lesioni da sforzo ripetuto (LSR)

Pensate che stiamo esagerando, vero? E invece no. Queste lesioni a Natale sono una cosa seria. In fondo non capita tutti i giorni di pelare abbastanza patate, zucche, carote e verdure da nutrire un piccolo esercito, sbattere la salsa bernese o la crema al brandy, montare la panna, affettare (attentamente) il tacchino, mentre nel frattempo si sollevano bicchieri di vino fino alla bocca. Questo in aggiunta a una mano già indebolita dallo scrivere biglietti di Natale, dal districare lucine, dallo scartare regali e dal guidare in tondo nel parcheggio del centro commerciale per trovare un posto libero… proprio i questo momento dell’anno dovevano chiudere tutti i fisioterapisti?!

Disturbi gastrici

Tecnicamente più un disturbo digestivo che di cucina, l’intossicazione alimentare può comunque essere causata da metodi di cottura o di igiene scorretti, come lavare il tacchino, cosa che diffonde patogeni come la salmonella in cucina (meglio asciugarlo con carta assorbente), così come contaminazione incrociata di coltelli, taglieri e mani. Ma siamo onesti, la maggior parte dei disturbi gastrici deriva dall’aver lasciato gli avanzi troppo a lungo nella mite calura estiva, perché i frigoriferi sono sovraccarichi di alcol e cibo, o perché abbiamo deciso che “la regola dei tre giorni” non si può assolutamente applicare al Natale. (Consiglio pratico: vale anche per il Natale.) E se ci sono salmone, pesce o frutti di mare che sono stati lasciati fuori dal frigo troppo a lungo, buttateli. Non è questo il modo di perdere quegli indesiderati chili natalizi. […]


Zoe Meunier, «The worst Christmas kitchen injuries», Good food, 21 dicembre 2016

Annunci

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...