Battaglia di pixel

Foto: basta uno smartphone?

Le foto degli smartphone diventano più belle di anno in anno. Le fotocamere classiche avranno ancora ragione di esistere?
Di Nicolas Six

Alla mia destra c’è lo smartphone migliore per fare foto, il Samsung Galaxy S6. Alla mia sinistra, una delle fotocamere più efficaci del momento, la Canon G7 X. Il prezzo è lo stesso: intorno ai 600€.

La Canon G7 X ha tutte le armi adatte per vincere: un sensore più grande, un obiettivo più sofisticato. Ma metterà KO il Samsung? O vincerà con pochi punti di vantaggio? Per metterci l’animo in pace abbiamo messo entrambi alla prova per un mese durante passeggiate, vacanze, concerti, serate…

Per capire meglio la differenza tra questi due apparecchi, facciamo un piccolo tour fotografico in sette tappe.

Non è necessario che ci seguiate a ogni tappa, potete scegliere le sezioni che vi attirano di più.

Paesaggi

Vincitore: nessuno – parità

È in viaggio che la differenza è meno netta. Quando si fotografano paesaggi, monumenti, città, sia la Canon che il Samsung scattano foto notevoli.

Dettagli nitidi, colori naturali, quasi mai troppo scuri, e raramente “bruciati”. Hanno poi un potenziale di ritocco molto simile, come si vede da questa foto scattata al tramonto. Prima del ritocco, il personaggio che volta le spalle al sole è del tutto nero. Con Photoshop si riesce a schiarirlo:

FOTO PAESAGGIO

Con l’uso si finisce per notarla, una differenza: la Canon lavora un po’ più in grande del Samsung. Il suo grandangolo cattura paesaggi un po’ più ampi, anche se la differenza non è esagerata, perché il Samsung lavora piuttosto in grande per un telefono (28mm) rispetto alla Canon (24mm). Però ogni tanto quando non si riesce ad indietreggiare di un passo, questo piccolo scarto basta a fare la differenza:

FOTO PAESAGGIO 1

Con l’occhio di un appassionato, si nota una seconda differenza. Le foto del Samsung brulicano di dettagli a tutti i livelli. In giornata, è tutto nitido: il gatto in primo piano, la casa dietro di lui e le montagne in lontananza. Facendo un confronto, le immagini della Canon lo sono un po’ meno, il che obbliga a essere attenti per scattare nel punto più ideale. E per forza di cose, ogni tanto una foto viene male. Certi fotografi la ritengono una grande pecca. Altri, paradossalmente, ci vedono una qualità, perché le immagini della Canon sono molto più dolci. Rispettano meglio le consistenze: erba, pelle e acqua sembrano più naturali.

Ritratti

Vincitore: Canon

Perché, nel ritratto qui sotto realizzato con una Canon, l’impressione è che la foto sia più dolce di quelle classiche del Samsung? Per dare una risposta, si deve osservare lo sfondo: il personaggio si staglia su uno sfondo sfuocato. È delicatamente isolato dall’ambientazione. Molti ritrattisti professionali cercano sistematicamente questo effetto.

FOTO PORTRAIT

Le immagini del Samsung sono spesso molto più nitide e lo sfondo dell’immagine resta perfettamente visibile. Il sensore del Samsung è più piccolo di quello della Canon, e per un fenomeno ottico complesso, questo attenua la sfuocatura dello sfondo. Inoltre, Samsung aumenta artificialmente la nitidezza delle immagini. Anche in primo piano, il personaggio sembra estremamente nitido. È un peccato, perché sulla pelle compaiono a volte difetti poco lusinghieri invisibili a occhio nudo.

Gli appassionati noteranno che la Canon registra i contrasti con una precisione superiore grazie al formato di immagine RAW. È una carta vincente quando si cerca di recuperare una foto uscita male, perché scura. Ma attenzione, la fase di recupero necessita di buone competenze nel ritocco delle foto, e il risultato è raramente spettacolare.

Selfie

Vincitore: Canon

Il Samsung ha un punto forte: quando ci si fa un selfie davanti alla tour Eiffel, si vede chiaramente il monumento dietro di sé. Con la Canon, la Tour Eiffel è spesso sfuocata. Vedere tutto sfuocato in una fotografia notturna o in occasione di uno spettacolo è un problema, perché molti selfie hanno proprio l’obiettivo di mostrare dove ci si trova.

Ma la Canon ha un asso nella manica che piacerà ai fotografi creativi: si tiene molto meglio in mano. Si possono fare fotografie in posizioni acrobatiche. Grazie allo schermo reversibile e al pulsante meccanico, si riesce anche più facilmente a scattare la foto nel momento giusto. Siamo riusciti a fare un selfie divertente, e un po’ pericoloso, passando la fotocamera dietro una cascata d’acqua. Uno scatto che non siamo riusciti a riprodurre con il Samsung per paura di lasciar cadere lo smartphone in acqua:

FOTO SELFIE

Foto di bambini

Vincitore: Canon

Durante la nostra lunga ricreazione, la Canon si è mostrata molto più piacevole da usare del Samsung. Molto più facile da tenere, molto più reattiva, ci ha permesso di cogliere l’istante decisivo più spesso del Samsung. Quando i bambini si muovono in un turbine, il nemico numero uno è l’effetto sfuocato. Dopo una sessione di rugby, qualche mossa di calcio e mezz’ora di trampolino, abbiamo collezionato diverse foto uscite male. Il Samsung ne ha realizzate il doppio rispetto alla Canon. Ha presentato vari errori di messa a fuoco e quando il sole è sparito ha mostrato difficoltà a immortalare i movimenti. Molto più efficace, invece, la Canon ci ha permesso di catturare questa simpatica foto che non abbiamo potuto riprodurre con il Samsung malgrado la nostra ostinazione:

FOTO BAMBINI

Come quasi tutti le fotocamere compatte, la Canon ha un vero zoom ottico (x3). Si possono fotografare i bambini in fondo al giardino. Il Samsung, dal canto suo, non ha un vero zoom: bara. Ritaglia l’immagine per dare l’illusione di zoomare, sopprimendo così milioni di pixel. Quando si zooma x2 con il Samsung, si passa da una definizione di 16 megapixel a 4 megapixel: l’immagine è molto meno dettagliata. Sullo schermo di un computer, il risultato rimane soddisfacente. Ma quando si zooma x3, l’immagine verte quasi totalmente allo sfuocato.

Feste

Vincitore: Canon

La maggior parte dei compleanni, delle serate o delle feste presenta lo stesso problema: illuminazione debole. Quando si fanno fotografie all’interno di una casa ben illuminata o in un luogo con forte luce artificiale, il Samsung non sbaglia mai. Ma il sensore ne aggrava i limiti: la pelle dei personaggi è sgranata e manca di naturalezza.

FOTO FESTA

In queste condizione è impossibile fotografare una persona che balla: i movimenti appaiono sfuocati. Le foto del Samsung non fanno che peggiorare quando la luce si riduce d’intensità. In un bar con illuminazione intima o in un club, il Samsung scatta molte foto sfuocate. Idem a fine giornata, in una stanza molto scura e finestre strette. Una soluzione d’emergenza esiste: il flash. Ma produce immagini poco lusinghiere, avvolte da una luce piatta e insipida. Il flash della Canon se la cava decisamente meglio, ma resta un flash frontale: il risultato è di rado piacevole. Per fortuna, con la Canon si deve ricorrere al flash più raramente. E questo è un grande punto a suo favore.

Spettacoli

Vincitore: Canon

Abbiamo assistito a un concerto di Cali. I concerti sono un banco di prova per le macchine fotografiche: si nutrono di luce, ma in un teatro la luce è timida. In queste condizioni delicate, le performance del Samsung ci hanno stupiti. È capace di catturare immagini irreprensibili:

FOTO SPETTACOLO

Sfortunatamente, per arrivare a questo risultato occorre insistere e scattare decine di foto. In concerto, il Samsung ha un tasso di insuccesso considerevole: un’immagine su due esce male. Si è ben lontani dall’affidabilità della Canon che fa bene 9 foto su 10. La ragione è semplice: i pixel del Samsung sono più piccoli, catturano meno luce. Per immagazzinare abbastanza fotoni per fabbricare un’immagine, restano aperti tre volte troppo a lungo. Durante questo periodo, il musicista ha tempo di muoversi: ecco che l’immagine è sfuocata.

Il Samsung ci ha dato una seconda delusione: lo zoom non è degno di questo nome. Non zooma davvero, ritaglia l’immagine per dare l’illusione di zoomare. Quando si cerca di fotografare il volto di un artista in scena, il risultato è davvero sgraziato:

FOTO SPETTACOLO 1

Foto creativa

Vincitore: Canon

Con un po’ d’immaginazione e una buona conoscenza delle macchine fotografiche si possono realizzare immagini sorprendenti. Ma per arrivarci serve un buon apparecchio: bisogna poter regolare l’immagine in profondità. Il Samsung offre ahimè poche regolazioni avanzate. Impossibile cambiare la velocità dell’otturatore, ad esempio, mentre altri telefoni lo permettono. Impossibile ridurre l’apertura, indicata dalla cifra F/1,9 perché sugli smartphone l’apertura è fissa. Molte foto creative sono dunque impossibili:

FOTO CREATIVA

Queste quattro tecniche fotografiche sono realizzabili con la Canon, che offre regolazioni complete, rapide e comode. Si può fissare l’apparecchio su un treppiedi. Per la foto creativa, però, la Canon G7 X ha un grande difetto: è impossibile inserire un flash esterno, manca un connettore. Il fratello della G7 X, che porta il nome di G1 X, è equipaggiato di questa “chiavetta flash” che apre immense possibilità, quelle della luce artificiale.

FOTO CREATIVA 1

E con uno smartphone da 200€?

Le immagini del Motorola G 4G, uno dei migliori telefoni economici, sono stupefacenti. Quando si fotografa di giorno sono luminose, calde e con buoni contrasti. Il Motorola fa pochi errori, il che è davvero sorprendente visto il suo prezzo. Rispetto alle immagini dello smartphone Samsung, i suoi scatti sono molto meno ricchi di dettagli, il che attenua la sensazione di rilievo. Ma quando li si guarda isolati su uno schermo, questi scatti non mancano di nitidezza.

FOTO SAMSUNG

Sfortunatamente, al calar della notte o in un locale poco illuminato, le cose cambiano. Gli scatti del Motorola sono per buona parte visibili e abbastanza nitidi. Ma spesso meno belli di quelli di un Samsung.

FOTO SAMSUNG 1

In una strada mal illuminata, il Motorola fa delle foto estremamente scure. Il Samsung rimedia allo scarto attivando lo stabilizzatore d’immagini: le sue foto sono molto più luminose ma non sempre perfettamente nitide. Tutto questo però non fa del Motorola un cattivo compagno di fotografie. Le sue foto il più delle volte sono convincenti.

Quanto vale una fotocamera a 130€?

Si tratta del prezzo medio di una fotocamera, stando all’istituto GFK. In una simile fascia di prezzo non c’è un buon apparecchio: il meglio che si può sperare è di avere foto nella media. È proprio quello che offre la Nikon CoolPix S3600. Purtroppo le sue prestazioni non superano quelle del Motorola. Quest’ultimo batte la Nikon a occhi chiusi quando la luce è debole. E dal calare del sole fino alle prime luci dell’alba la Nikon non è affidabile. Sbaglia tre quarti delle foto, che escono sistematicamente sfuocate. Nelle stesse difficili condizioni, il Motorola manda a segno tre quarti degli scatti. La ragione è semplice: il Motorola intrappola la luce tre volte più velocemente. Da notare che il Motorola è anche molto più comodo da usare: è più reattivo e il suo schermo è migliore.

FOTO 130 EURO

In pieno giorno, le cose vanno molto meglio. Le immagini della Nikon sono migliori di quelle del Motorola: un po’ più nitide, un pizzico più dolci. Ma la differenza è troppo sottile per costituire un vero asso nella manica. La Nikon ha la sgradevole tendenza a scattare immagini troppo luminose. La Nikon è davvero l’apparecchio peggiore tra quelli presi in esame. Il suo solo asso nella manica è l’obiettivo, un pochino più grande di quello del Motorola, e il suo zoom x8. Se fotografate molti sport di squadra, barche, bambini che giocano in fondo al giardino, avete bisogno di un buono zoom. In questo caso, la Nikon può essere una scelta interessante, a condizione di fotografare solo durante il giorno. Abbiamo effettuato altri test per comparare le foto fatte, in condizioni simili, con un apparecchio reflex. Qui i risultati.


Nicolas Six, «Photo : un smartphone suffit-il ?»Le Monde, 8 agosto 2015

Annunci

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...