Cuore in salamoia

Il grande compositore e pianista polacco Frédéric Chopin aveva una morbosa paura di essere sepolto vivo. Ecco perché il suo cuore è finito in un barattolo di cognac, dove è rimasto per anni e anni in attesa che si risolvesse il mistero della morte del suo proprietario. Ce ne parla Robin McKie sul Guardian.

Quando sport fa rima con guerra

Durante le Olimpiadi estive di Pechino del 2008 Putin ha mosso guerra alla Georgia. Dopo Sochi è stato il turno della Crimea e poi della parte orientale dell’Ucraina. E dopo i giochi olimpici di Rio? Sarà la volta della Moldavia? Un articolo di Nina Chruščëva per Die Welt.

Il continente fragile — I

“L’Europa è un insieme di molti racconti. Che rimandano l’un l’altro e al loro interno al punto tale che è del tutto indifferente da dove si inizia il viaggio.” Alla scoperta di un continente tanto prezioso quanto fragile, Alexander Smoltczyk per lo Spiegel sceglie di partire da Gortina, Grecia.

OOPS! – Parte I

La vita di traduttori e interpreti può essere un vero inferno – basta una singola distrazione per creare un incidente diplomatico. È anche vero che per battere gli interpreti di Carter in Polonia occorre superarsi…
Fiona MacDonald racconta per BBC Culture le sviste traduttive più clamorose della storia.

La Germania non è un Paese per vecchi

Quando in una stessa frase appaiono le parole “Germania”, “trasporto forzato” e “Polonia”, viene ormai spontaneo preoccuparsi. In questo caso, a valicare il confine controvoglia sono migliaia di vecchietti tedeschi. Il motivo? Gli ospizi troppo cari. Alan Posener, per Die Welt, si scaglia contro questo esodo di massa.