Lezioni di felicità. E tasse.

Scacchi ed equitazione già ci sono; c’è perfino il corso di “felicità”. Ora nelle scuole si vorrebbero proporre lezioni di “alimentazione”. Qual è il senso di queste nuove materie? Se lo chiede Lisa Becker nel Frankfurter Allgemeine Zeitung.

Parolacce autistiche

Per i preadolescenti autistici (e non solo), non dire parolacce è davvero difficile. La soluzione di Geoff Bowden e Amy Bowden, esposta sulle pagine del Washington Post, è semplice: se non riesci a farli smettere, insegnagli a dirle come si deve!

Studenti 2.0

“Oggi gli studi sono solo una parte della vita degli studenti. Ci sono molte altre attività che li impegnano: lavorare, partecipare alla vita associativa, uscire, fare sport… In fondo, sono adulti come gli altri.” O forse no? Certo è che sono sempre più strateghi, informatici, addetti alle pubbliche relazioni. Un articolo di Jean-Claude Lewandowski per Le Monde.

L’arca di Noè (e dei dinosauri)

Un’estate biblica, quella di Williamstown, Kentucky, località scelta dall’imprenditore Ken Ham per costruire un’arca di Noè a grandezza naturale. Con tanti dinosauri e un obiettivo pedagogico, illustrato da Stéphanie Le Bars nel suo articolo per Le Monde.

La fortuna di essere dislessico

Benjamin Zephaniah è uno dei più importanti scrittori britannici contemporanei… ed è dislessico. Per usare le sue parole, riportate sul Guardian, “essere dislessici è il modo più naturale di essere. È innaturale invece il modo in cui leggiamo e scriviamo”.