Ninety-nine clicks – Bruttezza mezza bellezza

Quest’anno, la coccarda del cane più brutto del mondo va a Martha, proclamata vincitrice in occasione della fiera californiana della bruttezza canina, la World’s Ugliest Dog Contest Pedigree Class di Sonoma-Marin. Avete il coraggio di guardare gli scatti della nostra raccolta domenicale di foto?

Filastrocche antivegane addio

Vi siete mai chiesti quanto sia ostile agli animali il patrimonio di canzoni per bambini? La domanda sorge spontanea dopo che la città tedesca di Limburg ha bandito un pezzo in particolare dal repertorio campanario del palazzo municipale. Ce lo racconta Marcel Reich per Die Welt.

In principio era lo sperma

La parità dei sessi passa anche dalla contraccezione: Pierre Barthélémy presenta su Le Monde la versione maschile del diaframma.

Il baculum conta(va)

Perché il pene dell’uomo non ha ossa? Eppure ci sono animali con un baculum sviluppatissimo… Una risposta scientifica e affascinante (ma ammettiamolo, anche un po’ triste) pubblicata su The Guardian.

Ninety-nine clicks — LOL!

Ogni anno si svolge un concorso fotografico a tutela della biodiversità che già nel nome, Comedy Wildlife Photography Awards, promette grasse risate, gentilmente offerte dalla natura che ci circonda. In questa rassegna domenicale, vi presentiamo alcuni dei finalisti dell’edizione 2016: pronti a ridere?

Quando “puzzone” è un complimento

Il tuo cane fa andare la coda con aria felice quando gli dici “Puzzone” con un sorriso? Non è stupido: semplicemente sa distinguere il tono e il contenuto delle parole che dici. E l’hai abituato a percepire “Puzzone” come un complimento. Un’interessante ricerca scientifica presentata da James Gorman sul New York Times.

Ninety-nine clicks — Balloon Art

Siete una di quelle persone capaci di ammaliare grandi e piccini con creature nate da semplici palloncini? Provate un po’ a battere Masayoshi Matsumoto…

Di uova, cioccolato e ornitorinchi

Le uova di Pasqua sono molto meno innocue di quanto pensiamo. La loro produzione implica tecniche di ingegneria genetica, sfruttamento animale e perfino ornitorinchi. O forse no? Un articolo “totalmente fattuale” firmato Dean Burnett per The Guardian.