È uno sporco lavoro, ma qualcuno lo deve pur fare

Avete presente quegli squallidi romanzi Harmony in cui un modello muscoloso abbraccia la bellona di turno? Ecco, c’è un modello muscoloso che ha già posato per più di 400 libri! Il suo nome è Jason Baca, lo intervista Tim Jonze per il Guardian.

Bastoni da cocktail dal 1830

A 200 anni dalla nascita, la James Smith & Sons continua a produrre ombrelli d’altri tempi e bastoni da passeggio… con sorpresa. L’intervista di Eva Lindner per lo Spiegel al manager della ditta, Phil Naisbitt.

Il giro del mondo in 193 wc

Lo usiamo tutti, ma ne parlano in pochi: il bagno. Nina Sedano ci ha scritto addirittura un libro, di cui parla Ulli Kulke per Die Welt. Per farla breve, sperimentate i bagni di Vienna, evitate quelli di Niamey e, se possibile, niente letture prolungate!

Libertina? Chi, io?

Un’intervista a Conchita Wurst di Frédéric Schwilden per Die Welt non può che comprendere temi come il cibo spazzatura, la posizione preferita (per dormire) e salsicce dalla sessualità incerta. E guai a definirla un’icona: per lei è «inconcepibile».

Putin offende il mio intelletto (III)

«Non si parla nemmeno di guerra in Ucraina, ma di “scontri”, “conflitti”, “tensioni”, come se non ci fosse alcun aggressore, ma una baruffa tra pari, che non deve essere esacerbata dalle sanzioni occidentali. Si parla solo di “separatisti” e non di unità speciali russe con le loro armi ultramoderne».
Terza e ultima parte dell’intervista di Die Welt alla scrittrice tedesca Herta Müller.

Putin offende il mio intelletto (II)

«I soldati russi che muoiono per lui in Ucraina potrebbero anche non esserci. I tuoi familiari possono anche non averti pianto in pubblico, perché i morti vengono nascosti, negati. Non ci sono mai stati. È disumano.»
Prosegue l’intervista di Die Welt al premio Nobel per la letteratura Herta Müller