Ninety-nine clicks — arte senza gambe

Nello speciale fotografico di questa settimana, vi mostriamo Mari Katayama, una bella ragazza giapponese che dopo l’amputazione di entrambe le gambe a soli nove anni ha trasformato il proprio corpo in un’installazione vivente. Quello che la testa pensa, le protesi dipinte trasformano in arte, tela e cornice.

Compravendita di alberi secolari

Il trapianto di alberi in Cina è un’industria seria quanto indiscriminata: i progettisti non si preoccupano che il nuovo clima sia adatto alla pianta. Una foto-denuncia vorrebbe cambiare le cose. L’articolo di Karin Andreasson per The Guardian.

Ninety-nine clicks – le foto più belle della settimana

L’arte dei Lego, la magia delle candele accese (e tenute in bocca), la follia del carnevale… e pratici esercizi di yoga da fare in ufficio! Questo e molto altro nelle foto della domenica raccolte per voi dalla stampa internazionale.

Ninety-nine news – le afgane del wushu

Sulle cime innevate a ovest di Kabul, una manciata di ragazze afgane si allenano nei fluidi movimenti delle arti marziali cinesi, fendendo l’aria con spade scintillanti, per difendere il proprio diritto all’affermazione personale. Ve le mostriamo nella consueta raccolta fotografica domenicale di ninety9news.

Parola d’ordine: shelfie

La moda del momento su Instagram non è più riprendersi da ogni angolazione, ma bombardare di scatti… la libreria. Più è sistemata, ordinata, classificata, decorata e schedata, meglio è! A parlarci dell’ormai radicato shelfie, Piggy Frey per Le Figaro.

Ninety-nine clicks – aquila vs drone

Mentre i droni si fanno sempre più tecnologicamente avanzati, l’esercito francese sembra aver trovato una strategia perfettamente naturale per contrastarli.

Ninety-nine clicks – bye bye scimmia, hello gallo

Ci siamo liberati dell’anno della scimmia: chissà che l’anno del gallo appena inauguratosi non ci riveli splendide sorprese. Con le foto della domenica, questa settimana tratte dallo Spiegel, vi mostriamo i festeggiamenti per il capodanno cinese.

Rifugiati e presidenti nello stesso letto

L’hotel Kobenzl è un luogo meraviglioso che sorge tra cielo e terra. Situato sopra a Salisburgo, è stato per molto tempo il punto d’incontro di arte e politica, prima di servire per qualche mese come punto di accoglienza per i rifugiati. Freddy Langer, per il Frankfurter Allgemeiner Zeitung, lo strappa all’oblio cui sembra destinato.

Ninety-nine clicks: A Vevcani ogni spavento vale!

A Vevcani, in Macedonia, sono almeno 1400 anni che ogni 13 gennaio gli abitanti scendono in strada per spaventare gli spiriti maligni… e lo fanno benissimo! Una raccolta di foto tratte da Reuters.