Il parco giochi della discordia

Nel quartiere berlinese di Neukölln un parco giochi per bambini ispirato alla favola orientale “Alì Babà e i quaranta ladroni” ha scatenato l’indignazione di internet. Commenta l’accaduto (senza giri di parole) Peter Huth per Die Welt.

Aree protette sotto attacco

Estrazione mineraria, allevamento e pesca devono avere la priorità: ecco perché il governo statunitense pensa di ridurre lo spazio destinato a sei riserve naturali così da renderle più redditizie. Un articolo di Carolin Wahnbaeck per Der Spiegel.

Un divorzio lungo 42 anni

Dopo una separazione di 42 anni, Cipro potrebbe tornare ad essere un unico Stato. Questa, almeno, l’intenzione dei negoziati di Ginevra, che si stanno tenendo in questi giorni e di cui ci parla Marc Semo su Le Monde.

Ninety-nine clicks — “Nessun vero rivoluzionario muore invano”

Fidel Castro, che si è spento a Cuba all’età di 90 anni, ha scritto la storia non solo di quest’isola, ma del mondo intero. In questo speciale fotografico domenicale vi proponiamo le immagini più emblematiche della vita del “líder maximo”, raccolte da Reuters.

Ninety-nine cartoons — Trump for president… really?!

Le elezioni americane hanno scatenato lo sconcerto e lo sgomento di chi era sicuro che Trump non sarebbe mai e poi mai stato eletto. E, come ogni vespaio di polemiche che si rispetti, non sono mancate le caricature. Nella nostra consueta rassegna domenicale, vi presentiamo le più esilaranti, tratte dalla stampa di tutto il mondo.

Voglio essere come Hitler

Non è un mitomane quello che venerdì scorso ha dichiarato pubblicamente di volersi ispirare a Hitler, ma il Presidente delle Filippine, Rodrigo Duterte. E no, non è stato un lapsus. Un articolo di Le Parisien.

FAQ Panama Papers

La più grande fuga di notizie di sempre coinvolge politici e leader di tutto il mondo (il premier islandese si è già dimesso). Luke Harding per il Guardian spiega le cose indispensabili da sapere sui Panama Papers.

Cosa ci riserva il 2016?

Isis, elezioni USA, petrolio, Birmania e molto altro: i redattori di Les Echos hanno fatto le loro previsioni per il 2016. Chissà se ci vedranno giusto…

Caos sul saluto nazista. A 83 anni di distanza.

La famiglia reale e un video degli anni ’30 che ne ritrae alcuni membri − compresa l’attuale regina − intenti a fare il saluto nazista sono al centro di un dibattito molto acceso. A raccontarci la situazione, Dan Bilefsky per il New York Times.

Gli Avengers della musica

In un mondo musicale dove la ricchezza è in mano a pochi gestori di servizi in streaming, un nuovo strumento promette agli artisti percentuali dirette: Tidal. Ma sarà effettivamente così? Risponde a questa domanda Felix Bayer per Der Spiegel.

Tu quoque, Google?

Avete presente le supermulte inflitte dall’UE a Microsoft per abuso di posizione dominante? La storia sembra ripetersi, ma questa volta l’imputato è Google. Wouter van Noort e Carola Houtekamer snocciolano per NRC Q i sette peccati capitali della società di Mountain View.