L’efficace telemedicina ruandese

RapidSMS è un’app particolare: permette infatti ad agenti selezionati di condividere dati sulle gravidanze a rischio e di allertare per tempo gli ospedali. Grazie a questa invenzione made in Ruanda, la mortalità infantile del Paese è scesa a 31 su 1000. A descriverci RapidSMS, Samir Abdelkrim per Le Monde.

Ninety-nine clicks — campionati senili

Mentre il mondo celebra gli atleti di Londra, noi dedichiamo il nostro speciale della domenica ai grandi dell’European Masters Athletics Championships. I campioni di Londra e quelli di Aarhus, in Danimarca, saranno forse divisi da qualche generazione, ma quello che li accomuna è la passione per lo sport.

Il marmo della discordia

Sono anni ormai che la Grecia chiede alla Gran Bretagna di restituirle delle opere d’arte sottratte dall’Acropoli di Atene da uno scozzese un paio di secoli fa. Ora, con la Brexit, questo contenzioso sembra essere finalmente giunto a una svolta definitiva (o quasi). Ci spiega perché un articolo di Karsten Seibel per Die Welt.

Car* cittadin*

Il comune di Amsterdam rinuncia a “Signore e signori” in favore di “concittadini, abitanti, persone presenti”. Lo scopo è eliminare la nozione di genere, considerata inutile e discriminatoria, e dimostrare che il linguaggio amministrativo può essere inclusivo. Un articolo di Jean-Pierre Stroobants pubblicato da Le Monde.

Le battute al vetriolo di Filippo vanno in pensione

Dopo oltre 22.000 apparizioni pubbliche e quasi 550 discorsi ufficiali, il principe Filippo è stanco. A 96 anni vuole andare in pensione. Come faremo senza le sue sconcertanti battute politicamente scorrette?! Un articolo di Stefanie Bolzen per Die Welt.

Professione: scaccia-amanti

«Nel mondo di oggi, una donna divorziata è come una macchina di seconda mano: una volta guidata, non vale che una frazione del suo valore originario». Un uomo di seconda mano, invece, è come un immobile rimodernato: «Il suo valore cresce». Parola di Yu Ruojian, che di professione fa lo scaccia-amanti. Un articolo di Jiayang Fan pubblicato per il New Yorker.

Il Grande Fratello ci guarda… nel carrello

La vendita al dettaglio imbraccia le armi nella lotta contro internet – e vuole schedare e analizzare i clienti per mezzo di video o dati cellulari. L’UE vuole permetterlo, una maggioranza dei consumatori, però, è contraria. A raccontarci la situazione, Fabian Reinbold per lo Spiegel.

Ninety-nine clicks – Los Angeles chiama, Batman risponde

Venerdì 16 giugno la città di Los Angeles ha reso omaggio a Adam West, popolare attore interprete dell’Uomo Pipistrello nella serie TV andata in onda tra il 1966 e il 1968 e scomparso il 9 giugno all’età di 88 anni. Sulla facciata del municipio della città californiana è svettato il “Bat-segnale”, richiamando appassionati da tutti gli angoli della città.

Una società-cipolla

Da anni ormai l’Indonesia è un modello di tolleranza religiosa. Ma di recente l’Islam è diventato una forza politica sempre più importante – un campanello di allarme per la neodemocrazia. Ce ne parla Manfred Rist dalle pagine della Neue Zürcher Zeitung.

Ninety-nine clicks – Tra purificazioni e preghiere

Mentre l’Europa è scossa da attentati terroristici, si apre nella comunità musulmana un periodo di preghiera, carità e purificazione, il Ramadan. Reuters dedica all’evento una rassegna fotografica di cui vi presentiamo gli scatti migliori.

AAA castellano-imbianchino cercasi

L’Italia regala 103 castelli e borghi… e la Germania risponde, dalle pagine dello Spiegel, facendo notare che le condizioni chiave – avere meno di 40 anni e amare le ristrutturazioni – contengono un inghippo…

I titoli di cui Cannes si vergogna

In genere si pensa al festival del cinema di Cannes come la patria di arditi film d’autore e attori di prima categoria. Ma in agguato tra le viscere del Palais des Festivals c’è un’altra Cannes di cui nessuno parla, brulicante di distributori che cercano disperatamente di piazzare film tremendi. Ecco una selezione dei titoli peggiori dell’anno, presentata da Gwilym Mumford per il Guardian.