Blu sifilide o verde clamidia?

Il condom diventa blu? È sifilide.

I giovani si occupano di malattie sessualmente trasmissibili: degli studenti britannici hanno inventato condom che cambiano colore se entrano in contatto con agenti patogeni.
Di Teresa Nauber

I preservativi sono una forma di protezione – non solo dalle gravidanze indesiderate. L’HIV è il motivo principale per cui molti ricorrono proprio a questo metodo contraccettivo. Ma i preservativi proteggono anche da malattie sessualmente trasmissibili come l’herpes genitale o la sifilide. La scelta di usarli è intelligente, perché con malattie del genere non ci si rende conto di aver subito un’infezione.

E se si potesse fare un test rapido per queste infezioni? In Gran Bretagna, degli studenti hanno fornito una risposta: un condom che cambia colore quando entra in contatto con agenti patogeni trasmessi durante l’atto sessuale. «S.T.Eye», questo il nome della loro trovata. Il nome richiama l’abbreviazione inglese STI – “sexually transmitted infections” –, le infezioni sessualmente trasmissibili, appunto.

«Vogliamo che la gente abbia la possibilità di farsi un test privato, a casa, senza doversi sottoporre a esami del sangue da un medico» ha spiegato il quattordicenne Daanyaa Ali all’Independent.

I condom sono ricoperti di molecole che, in presenza di alcuni batteri e virus, si attivano e nella semioscurità conferiscono alla plastica diversi colori fluorescenti. Questa l’idea di base. Gli studenti hanno definito anche i colori: verde per la clamidia, giallo per l’herpes, lilla per il papilloma virus e blu per la sifilide.

Condoms

Quando il condom si illumina, per il partner – o i partner – è un problema.

Test casalingo per le malattie sessuali

Per la loro idea, quest’anno gli studenti hanno ricevuto il premio TeenTech a Buckingham Palace. La consegna ufficiale permette alle giovani nuove leve di scienziati di mostrare le loro idee a potenziali investitori – nella speranza che qualcuno abbia interesse a metterle in atto.

I condom che cambiano colore sono l’ideale per evitare un’imbarazzante visita dal medico e poi scoprire che non si soffre di alcuna malattia sessualmente trasmissibile – sarebbero una sorta di test casalingo, per così dire. Per quanto riguarda la clamidia, esiste già almeno in Germania un test simile, acquistabile in farmacia. A poco meno di 25 euro, il test è comunque troppo caro.

Il prezzo potrebbe essere un ostacolo anche nel caso dei condom che cambiano colore. Chi comprerebbe un preservativo costoso invece di uno a buon mercato ma altrettanto efficace? E poi, i test domestici faranno anche scoprire eventuali infezioni, ma queste vanno curate. E i giovani andranno dal medico, oppure, lasciati soli con la diagnosi, vedranno aumentare in modo esponenziale la loro paura di esporsi?

Controlli unilaterali

Ci sarebbe anche un’altra domanda, vale a dire chi debba usare questi preservativi speciali. Come spiegare a un partner perché la plastica cambia colore? C’è da sperare di non dover mai tenere un discorso post-coito sul preservativo diventato blu.

È notevole come studenti così giovani si siano occupati di malattie veneree e della loro trasmissione. Forse le campagne di educazione sessuale hanno avuto l’effetto sperato. Da uno studio recente è emerso che il numero medio di partner sessuali si sta riducendo drasticamente. Chi è nato tra il 1965 e il 1981 nel corso della sua vita ha in media 11 partner sessuali, chi è nato tra il 1982 e il 1999 solo 8.

I giovani che hanno avuto l’idea per questi condom hanno 13 e 14 anni. Fanno parte della generazione sulla cui vita sessuale gli scienziati ancora non hanno dati precisi.


Teresa Nauber, «Das Kondom, das bei Syphilis blau leuchtet», Die Welt, 24 giugno 

Annunci

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...