Implementare ai tempi del Medioevo

Manager disposti a pagare 2500€ per tre giorni nel Medioevo

Ormai i corsi di perfezionamento per manager sono sempre più strani. L’ultimo che si sono inventati è un workshop in cui i dirigenti lavorano in camicia di lino alla costruzione di un monastero – e pagano anche per farlo.
Di Andre Tauber

A volte sembra di stare in un sogno: è questo che deve pensare Guido Kattein. Si trova in un bosco autunnale, avvolto da una luce magica e circondato da foglie di un brillante giallo aranciato. Sullo sfondo, un bue traina un carro carico di legna. Guido indossa dei pantaloni e una veste di lino – come si faceva nel Medioevo. Un’epoca in cui monaci coraggiosi bonificavano acquitrini, dissodavano terreni boschivi e rendevano fertili i paesaggi più incolti.

Guido deve lavorare. Afferra saldamente una sbarra di ferro e colpisce il terreno con tutta la sua forza. Piccoli frammenti si staccano dal terreno solcato da una fitta rete di radici. Mette da parte la sbarra, si inginocchia, guarda alla luce del sole alcune pietre e una manciata di terra. Poi si rialza. Ha le mani piene di vesciche. La fronte imperlata di sudore. Prende di nuovo la sbarra, colpisce il terreno. Ancora. E ancora. E ancora.

Questo però non è un sogno. È la dura realtà di un workshop per dirigenti. Nella vita di tutti i giorni, Guido Kattein è un top manager. Sul lavoro non indossa certo vestiti di lino, ma giacca e cravatta. Ha cinquant’anni e lavora come procuratore per un’importante azienda di medio-piccole dimensioni che ha sede nel sud della Germania. È andato nel bosco per partecipare al workshop «Dirigenti artigiani», con l’obiettivo di costruire il monastero Campus Galli. L’obiettivo era quello di affinare le sue doti di leadership. Ma nel momento in cui si trova nel bosco, sudato e sanguinante, si chiede se partecipare al seminario sia stata davvero un’idea geniale.

I monaci Shaolin riescono a trasmettere serenità ai manager
Talvolta i manager devono sfuggire alla routine della giornata lavorativa, dove sono sempre sotto pressione. Per riuscire a motivare i collaboratori ed entusiasmarsi per il loro lavoro, vengono messi dalla direzione in situazioni insolite, capaci di risvegliare in loro la passione e di far loro riscoprire il potenziale di un team che funziona.

Il tutto a beneficio di una lunga lista di organizzatori di workshop, università e coach che negli ultimi anni hanno dato fondo alla loro creatività e si sono inventati nuovi format: percorsi su corde sospese nel vuoto, costruzione di zattere, progetti sociali. I monaci Shaolin sono in grado di trasmettere ai manager serenità e accuratezza, quindi perché non applicare ai dirigenti anche le regole dei benedettini?

La cosa bizzarra è che l’obiettivo di tutti questi workshop non è quello di acuire le capacità di leadership dei manager, ma di offrire un’esperienza condivisa a colleghi di lavoro. Il team-building inizia in cucina, continua durante le prove di sopravvivenza e raggiunge il suo apice quando si devono disinnescare bombe o risolvere omicidi. Era solo questione di tempo prima che l’ennesimo organizzatore di workshop per dirigenti scoprisse il cantiere medievale del Giura Svevo.

3 giorni, 2500€
Il Campus Galli si trova in uno scampolo di bosco a Messkirch, cittadina nel distretto di Sigmaringen del Baden-Württemberg. È da due anni circa che 20 dipendenti fissi e molti volontari vi lavorano per erigere un monastero usando un progetto e una metodologia medievale. Il progetto si rifà a quello redatto nel nono secolo per la costruzione del monastero di San Gallo, sull’isola di Reichenau nel lago di Costanza, un tipico monastero dell’Alto Medioevo.

Nel cantiere sembra di essere tornati al tempo di Carlo Magno. I lavoratori hanno camicie di lino, zoccoli di legno e piccole bisacce in pelle. È una ricostruzione perfetta del Medioevo, eccezion fatta per le misure prese in alcuni reparti contro la pioggia. Ci sono fabbri, cordai e tintori, si producono ceste e scope, si coltiva la terra e si allevano api. I turisti si godono la vista del personale all’opera.

Per la prima volta, in questi giorni di ottobre un gruppo di top manager lavorerà al cantiere. Sono tre donne e cinque uomini che vengono da una compagnia di assicurazione sanitaria, una multinazionale alimentare, una società di gioco d’azzardo, una società di vendita per corrispondenza, una società informatica e uno studio tecnico medico. Il loro incarico sembra facile: devono costruire una tettoia per un forno di argilla, qualcosa di stabile che non si debba poi demolire.

Molti dei collaboratori del Campus Galli sono convinti che i dirigenti, capaci di sborsare 2500€ per tre giorni di workshop, non ce la possano fare. I manager invece sembrano ottimisti e sono più che intenzionati a dimostrare il loro valore. Tre dirigenti si offrono volontari per scavare le fondamenta, altri tre si dividono le scandole con cui ricoprire il tetto. Un terzo gruppo si mette al lavoro per trasformare tronchi di legno in travi da usare nell’armatura del tetto.

Fuehrungskraefteseminar-Campus-Galli-Mittelalter-Messkirch-8-“Progetti” e “misure”
Lavorando si vede subito chi ha lo spirito del leader. Roswitha Hinst ce l’ha. Indossa una cappa marrone sulla veste di lino che la fa sembrare un monaco. Nella vita reale lavora per una società di Amburgo che offre servizi informatici. Qui, sulla piazza del mercato del Campus Galli, impugna un martello e un piede di porco e in pochi minuti ha il comando del gruppo.

Parla anche come un project manager, butta lì le parole «delucidazioni», «progetti» e «provvedimenti». «Facciamo il punto della situazione» è una frase cui ricorre spesso. Nel gruppo che scaverà le fondamenta, invece, Guido è un incitatore: un leader che si è meritato questo ruolo per il suo carisma.

Gli organizzatori sono entusiasti del workshop, che pubblicizzano così: «Nel workshop sei parte di un gruppo e realizzi un progetto comune di costruzione artigianale». «Non interagisci in giochi di ruolo virtuali, ma in una situazione reale. Potrai essere ancora al comando, ma in un contesto del tutto nuovo».

Fuehrungskraefteseminar-Campus-Galli-Mittelalter-Messkirch

Un mercato altamente competitivo
L’istituto che organizza il workshop, l’Akademie für Führungskräfte (Accademia per la formazione dei manager, N.d.T.), che ha sede nella città di Bad Harzburg, nel circondario di Goslar, ha formato circa 700.000 manager negli ultimi 60 anni. Ma non è che una delle tante associazioni che combattono in questo mercato altamente competitivo, dove la domanda è grande. «Sono soprattutto le grandi aziende che investono nel perfezionamento dei manager» riferisce Hans Ochmann, socio nella Kienbaum Consultants International. «Contrariamente a quanto avveniva in passato, anche in tempi di ristrettezza economica». Non tutti i workshop sono avventurosi e secondo le stime di Ochmann nove su dieci sono sui banchi di scuola.

Ma può essere utile togliere i manager dal loro ambiente naturale. «Chi partecipa a un corso che si svolge in un’aula tradizionale può nascondersi nel gruppo di partecipanti» dice Christin Latk, dell’Akademie für Führungskräfte. Meglio invece arrivare al sodo: «Noi ci rivolgiamo ai manager che sono già passati per i canali tradizionali. Qui puntiamo sullo sviluppo del potenziale di gruppo, sulla motivazione e sull’entusiasmo per il lavoro. E per questo ci vuole tempo».

E il tempo è proprio quello che i manager del Campus Galli hanno in abbondanza. Per fare una telefonata, ad esempio, devono entrare in una zona separata, chiamata «XXI secolo», ed è un fastidio di cui fanno volentieri a meno. Già dopo il primo giorno di lavoro, le mani si riempiono di calli e i vestiti di terra. Tutti non vedono l’ora di farsi una doccia. Guido esorta i compagni: «Dai che ce la facciamo!» e Roswitha gli chiede, di rimando: «Lo pensi davvero?». «Domani finiremo il tetto» risponde Guido, e Roswitha annuisce.

«Ci saremmo potuti abbattere»
Il mattino dopo il sole splende. I manager picchiano i pali nel terreno e fissano le traverse, quindi il colmo del tetto. Per finire alzano i travetti inclinati, li forano e li fissano alle travi con dei chiodi. La capanna diventa una forma di catarsi, di braci ardenti su cui i manager devono camminare per dare un senso alle giornate trascorse nel Giura Svevo. Quando la sera una metà del tetto è finita, decidono tutti di presentarsi in cantiere mezz’ora prima la mattina successiva per portare a termine il lavoro.

Eppure la giornata inizia con un duro colpo: quando i manager entrano trotterellando nel cantiere, si accorgono che hanno montato i listelli per il tetto lasciando troppa distanza l’uno dall’altro. Che fare? Portare a termine il lavoro, anche se poi il tetto non sarà perfettamente impermeabile?

Fuehrungskraefteseminar-Campus-Galli-Mittelalter-Messkirch-21-L’Akademie für Führungskräfte aveva già messo in guardia i partecipanti: parte dell’esperienza sarebbe stata «scendere a patti con la routine, gli ostacoli, gli errori e le soluzioni provvisorie». Quindi occorre scendere a patti con la situazione. I manager decidono di coprire il tetto solo in parte – e di non completare la capanna fino a mezzogiorno. Quando, ore dopo, rimettono in ordine gli attrezzi e restituiscono le vesti di lino, hanno coperto solo un lato del tetto. Ma sono orgogliosi di aver lavorato fino all’ultimo. «Ci saremmo potuti abbattere» dice Guido, parlando della decisione presa quel mattino. «Ma ci siamo lasciati alle spalle la frustrazione».

Nei giorni scorsi, alcuni dirigenti si sono chiesti cosa stavano realmente imparando al workshop. Ora, l’ultima sera che trascorrono assieme in cantiere davanti a una scodella di stufato, possono trovare le risposte che cercano. Secondo Guido, ogni elemento, anche il più piccolo, è determinante per raggiungere il successo, perfino la buca che ha scavato il primo giorno. «Perché la capanna restasse in piedi sono occorse tutte le attività che abbiamo messo in atto» dice.

Il risultato del duro lavoro di questi manager sarà a disposizione dei visitatori del Campus Galli, dietro il pagamento dei nove euro del biglietto d’ingresso.


Andre Tauber, «Manager zahlen 2500 Euro für drei Tage Mittelalter»Die Welt, 8 novembre 2014

Annunci

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...